You are here
24/04/2018

L’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro lancia una campagna di sensibilizzazione a livello europeo sulle sostanze pericolose

L’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA) ha varato la sua campagna 2018-19 a livello UE (Salute e sicurezza negli ambienti di lavoro in presenza di sostanze pericolose). Questo varo segna l’inizio di due anni di eventi e attività volte a richiamare l’attenzione sul problema e a promuovere le soluzioni migliori per affrontare i rischi che le sostanze pericolose comportano per i lavoratori.

 

 

Contrariamente a una convinzione diffusa, l’uso di sostanze pericolose all’interno dell’UE non sta diminuendo e la necessità di gestire i rischi che comportano è quanto mai urgente. Tra le sostanze cui i lavoratori sono più frequentemente esposti figurano gli agenti cancerogeni. In aggiunta alle 21 sostanze di cui è già stata decisa o proposta la limitazione, la Commissione europea ha recentemente proposto di limitare l’esposizione dei lavoratori ad altre cinque sostanze chimiche cancerogene.  

Marianne Thyssen, commissaria europea responsabile per l’Occupazione, gli affari sociali, le competenze e la mobilità dei lavoratori, ha annunciato il varo della campagna in occasione di una conferenza stampa a Bruxelles: «Continueremo la nostra opera di sensibilizzazione e di intervento per limitare l’esposizione dei lavoratori alle sostanze chimiche cancerogene. Si tratta di una priorità fondamentale per la Commissione europea, non da ultimo perché il pilastro europeo dei diritti sociali garantisce ai lavoratori un livello elevato di tutela della sicurezza e della salute sul lavoro. Le campagne dell’EU-OSHA giocano un ruolo fondamentale nell’ambito della comunicazione con i luoghi di lavoro di tutta Europa e aiutano le organizzazioni ad adottare approcci efficaci per gestire la sicurezza e la salute sul lavoro con gli strumenti necessari».

La nuova campagna mira a promuovere tecniche per gestire correttamente le sostanze pericolose negli ambienti di lavoro, come ad esempio la valutazione dei rischi, l’eliminazione e la sostituzione, divulgando strumenti pratici e studi di casi, oltre ad essere incentrata su gruppi di lavoratori particolarmente a rischio.

La dott.ssa Christa Sedlatschek, direttrice dell’EU-OSHA, afferma quanto segue: «Molti lavoratori ignorano che non solo i prodotti chimici fabbricati che recano sull’etichetta le informazioni sui rischi e sulla sicurezza possono essere nocivi; altre sostanze comunemente usate in tutti i settori (dalla farina nei panifici alla polvere di silice nei cantieri) possono essere pericolose se il loro utilizzo non è gestito in maniera efficace. Pertanto, la nostra campagna favorisce la sensibilizzazione su tutti i tipi di sostanze pericolose e non solo su quelle ovvie, oltre a sottolineare l’importanza della valutazione dei rischi in tutti i settori come primo passo verso la prevenzione».

La campagna riunisce un’ampia gamma di partner, compresa la rete dei punti focali nazionali dell’EU-OSHA, i partner ufficiali della campagna, i partner mediatici e l’Enterprise Europe Network, che contribuiscono alla diffusione dei messaggi della campagna presso le microimprese, piccole e medie imprese. La campagna gode inoltre del sostegno delle istituzioni europee e delle loro reti, in particolare della presidenza bulgara del Consiglio dell’UE.

Lazar Lazarov, viceministro bulgaro del Lavoro e della politica sociale, così ha commentato: «L’ultima campagna “Ambienti di lavoro sani e sicuri” ha trasmesso un messaggio importante. Se da un lato la normativa è in vigore, dall’altro è necessario che i lavoratori e i datori di lavoro di tutta l’UE conoscano le norme e i regolamenti nonché il modo migliore per osservarli, altrimenti i rischi posti dall’esposizione alle sostanze pericolose non saranno gestiti correttamente. Siamo impazienti di lavorare con l’EU-OSHA e con i partner della campagna nei prossimi anni».

Idee e interventi che fanno la differenza negli ambienti professionali vengono condivisi soprattutto grazie ai premi per le buone pratiche nell’ambito della campagna «Ambienti di lavoro sani e sicuri». Per sostenere la campagna, inoltre, è stata sviluppata e pubblicata una serie di materiali su un sito web multilingue. Uno strumento elettronico per gestire in modo efficace le sostanze pericolose negli ambienti di lavoro è disponibile in inglese e presto sarà accessibile in tre versioni nazionali (Austria, Estonia e Romania). In aggiunta è stata creata una banca dati che contiene quasi 700 strumenti pratici e documenti orientativi di 11 Stati membri, nonché studi di casi, infografiche e brevi film d’animazione con il protagonista Napo, disponibili anche sul sito web della campagna.

Inoltre, l’EU-OSHA è un partner della Tabella di marcia sugli agenti cancerogeni. Questo programma di azione mira a sensibilizzare il pubblico su tali agenti nell’ambiente di lavoro, sulla normativa e sui valori limite ad essi associati, oltre a fornire informazioni pratiche sulla valutazione dei rischi e sugli esempi di buone pratiche per eliminare o gestire tali rischi.

Collegamenti:

Note all’editore: 
1

La Campagna «Ambienti di lavoro sani e sicuri 2018-19» (Salute e sicurezza negli ambienti di lavoro in presenza di sostanze pericolose) è intesa a sensibilizzare il pubblico in merito alle sostanze pericolose su luogo di lavoro e a divulgare informazioni su come sia possibile prevenire l’esposizione. La campagna è coordinata a livello nazionale dai punti focali dell’EU-OSHA ed è sostenuta da partner della campagna ufficiali e mediatici, nonché dall’Enterprise Europe Network, prefiggendosi cinque obiettivi:

  • sensibilizzare circa la rilevanza e l’importanza della gestione delle sostanze pericolose negli ambienti di lavoro europei;
  • promuovere la valutazione dei rischi, l’eliminazione e la sostituzione fornendo strumenti pratici ed esempi di buone pratiche;
  • sensibilizzare in merito ai rischi di esposizione ad agenti cancerogeni attraverso il sostegno offerto allo scambio di buone pratiche;
  • rivolgersi in particolare a gruppi specifici di lavoratori che sono maggiormente a rischio, fornendo fatti e cifre «su misura» nonché orientamenti sulle buone pratiche;
  • aumentare la consapevolezza degli sviluppi politici e legislativi pubblicando orientamenti e una panoramica in un linguaggio semplice sulla normativa in vigore.

Dopo il lancio del 24 aprile 2018, i punti salienti della campagna includeranno le Settimane europee per la sicurezza e la salute sul lavoro (ottobre 2018 e 2019) e l’evento per lo scambio di buone prassi (all’inizio del 2019). La campagna si concluderà con la cerimonia di conferimento del Premio per le buone pratiche e il Vertice della campagna «Ambienti di lavoro sani e sicuri» (che si svolgeranno entrambi nel novembre 2019). Questi eventi saranno ospitati a Bilbao dall’EU-OSHA e offriranno ai partecipanti la possibilità di festeggiare i successi della campagna e di riflettere sulle esperienze acquisite.

2

Protecting the health and safety of EU workers is a top priority for this Commission. The EU has been a frontrunner in high standards of workers' protection. To keep this up, the Commission has already presented 3 revisions of the Carcinogens and Mutagens Directive since the start of this mandate. By introducing new or stricter exposure values for 20 cancer-causing chemicals at the work place, more than 100,000 lives will be saved in the next 50 years. Furthermore, in January 2017 the Commission launched a two-year programme for updating EU health and safety legislation. The aim of this programme is to ensure the EU's health and safety framework is future-proof, to create a level-playing field across the EU, and to improve compliance and enforcement on the ground.

3

L’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA) contribuisce a rendere l’Europa un luogo più sicuro, sano e produttivo in cui lavorare. Oltre a svolgere ricerche, elaborare e distribuire informazioni affidabili, equilibrate e imparziali nel campo della sicurezza e della salute, l’Agenzia organizza campagne paneuropee di sensibilizzazione. Istituita nel 1994 dall’Unione europea, l’Agenzia, che ha sede a Bilbao, in Spagna, riunisce rappresentanti della Commissione europea, dei governi degli Stati membri, delle organizzazioni di datori di lavoro e di lavoratori nonché esperti di spicco in ciascuno degli Stati membri dell’UE e di altri paesi.

Ora ci potete seguire su Facebook, Twitter, LinkedIn, YouTube oppure potete iscrivervi alla nostra newsletter mensile OSHmail. Potete anche registrarvi per ricevere periodicamente notizie e informazioni dall'EU-OSHA attraverso feed RSS.

http://osha.europa.eu

Diventa un partner mediatico

Sei interessato a lavorare con noi per diffondere i messaggi della campagna Salute e sicurezza negli ambienti di lavoro in presenza di sostanze pericolose?

Contatti con la stampa

Press Officer
Birgit Müller
+34 944 358 359
Corporate Promotions Manager
Marta Urrutia
+34 944 358 357
Manager of the Brussels liaison office
Brenda O’Brien
+32 2 401 68 59, +32 0 477 175 770

Kit per la stampa

Se stai raccogliendo informazioni sulla campagna «Ambienti di lavoro sani e sicuri», consulta il nostro materiale per la stampa, che comprende comunicati stampa, immagini, un calendario di eventi e tutti i fatti e le cifre principali.